CONVEGNI & WORKSHOP

Previous Next
Nessuna parola è mai neutra.
Dal linguaggio che ferisce alla parola che genera relazioni fertili

Nessuna parola è mai neutra.

Milano CFMT 15.12.2017 Orario:
9:30-13:00

OBIETTIVI DEL CONVEGNO

La qualità del linguaggio è uno dei principali fattori di successo - o di insuccesso - delle relazioni in un gruppo, che sia organizzazione aziendale, familiare, sociale.
Ma spesso le comunicazioni sono rapide e poco attente, le parole pronunciate e scritte senza prestare troppa attenzione al contesto e al destinatario, sono dettate da scadenze e procedure, mediate da gerarchie e influenzate dallo stress o emotività poco risolte.

Quando le performance di un gruppo si inceppano senza un apparente motivo tecnico o professionale, la causa è quasi certamente da ricercare nelle dinamiche comunicative e relazionali che sottendono al suo funzionamento.

La cultura linguistica delle persone che compongono un gruppo è contagiosa e ha un impatto importante sulla definizione di buone o cattive relazioni e, dunque, anche sul raggiungimento dei risultati aziendali.
Per questo è fondamentale che si sviluppi una cultura rispettosa e attenta. Adottare un linguaggio di qualità come cultura dell'organizzazione porta risultati eccellenti.

Nessuna parola è mai neutra. In questo senso toni, contenuti e gesti possono trasformarsi in uno strumento per ostacolare o abilitare il raggiungimento dei risultati da parte di un gruppo.

STRUTTURA DEL PERCORSO

Il Convegno fa parte del ciclo "Non ci capiamo", che mette al centro il tema delle relazioni: uno spazio che spesso si trasforma in un inciampo continuo tra malintesi, blocchi, asimmetrie emotive e conoscitive. Il modo in cui comunichiamo e interagiamo nei contesti organizzativi può invece trasformarsi in una fertile occasione di incontro, di confronto e di dialogo per migliorare le relazioni e sviluppare buone pratiche di lavoro.

Ogni incontro si costruisce con una struttura a "imbuto" che a partire da momenti ispirativi arriva a definire check-list comportamentali sul tema.

Andremo a capire come si può usare il linguaggio, come si riconoscono le emozioni più difficili, come si gestisce il conflitto. Il ciclo vuole aiutare i partecipanti a diventare più consapevoli degli strumenti e delle capacità che si hanno a disposizione o che si possono sviluppare.

Gli altri appuntamenti del ciclo "Non ci capiamo" sono:

- Che cosa provo? Riconoscere e gestire le emozioni per costruire un ambiente di lavoro favorevole.

- Fuggire, contrattaccare, accogliere, gestire. Strategie di sopravvivenza organizzativa

In collaborazione con




iscriviti

Accesso Portale

Login cognome e nome (ed eventuale secondo nome) separati da uno spazio

Password data di nascita senza spazi es: 18041961

x

Accesso Portale

Login cognome e nome (ed eventuale secondo nome) separati da uno spazio

Password data di nascita senza spazi es: 18041961

x