Salta al contenuto principale

Chi è bravo si vede!

Obiettivi

Le regole del gioco sono cambiate! In un contesto strutturalmente instabile e in continua trasformazione le aziende ricercano modelli di apprendimento in grado di garantire impatto sulle performance e coinvolgimento delle persone. Occorrono soluzioni che incontrino le aspettative delle nuove generazioni che si affacciano al mondo del lavoro, specialmente quelle più capaci, considerando le opportunità di crescita e sviluppo fattori determinanti di attrazione e permanenza in azienda. Soluzioni knowledge/care, che sappiano trasferire un messaggio di cura e attenzione a ogni individuo e alle sue motivazioni ad apprendere nuovi modi di saper fare e saper essere.
In questo contesto aggiornare il proprio modo di gestire e valorizzare il talento del proprio collaboratore diventa un “must-have”.
Come può il manager rispondere con maestria a queste esigenze così strettamente connesse con il suo ruolo di gestione di persone?

L’obiettivo del corso consiste nel fornire strumenti pratici e modalità concrete per:
• aumentare la consapevolezza del potere di influenza che il manager esercita all’interno di un percorso di valutazione della performance
• conoscere la struttura delle fasi del processo di valutazione e gli scopi che si prefiggono
• esplorare un modello di osservazione per riconoscere le leve motivazionali utili alla crescita dei collaboratori di oggi (considerando diversity, nuove generazioni, team dislocati…)
• esercitare un modello di feedback specifico per supportare i collaboratori nel raggiungimento degli obiettivi individuali, di team ed aziendali
• riconoscere e far riconoscere eccellenze ed eventuali criticità, generando azioni di self-governance
• allargare la prospettiva del collaboratore, facendogli emergere nuove idee e mindset, partendo dal gap esistente tra “lo stato presente” e lo “stato desiderato”

A chi è rivolto

A tutti i manager che gestiscono persone che devono affrontare sfide organizzative e di risultato.

Al partecipante è chiesto di essere un contributore attivo, per conoscere, ri-conoscere e sperimentare contenuti da mettere in azione fin da subito.

I temi trattati

Contesto VUCA e Smart Learning, il nuovo palcoscenico
Modalità di funzionamento del processo di valutazione delle prestazioni: ruoli, obiettivi, modalità di valutazione, responsabilità
Il ruolo del manager nella valutazione: strumenti conosciuti in contesti nuovi
Il colloquio di assegnazione degli obiettivi, il colloquio di verifica e il colloquio di valutazione (tempi, strumenti analogico/digitali, modalità attuali, tipologia di
interlocutore…) 
Definizione degli obiettivi di performance in ottica di sviluppo delle potenzialità
Identificazione dei criteri di valutazione e le possibili trappole nel processo di valutazione
L’autoconsapevolezza: stimolare autovalutazione e piani di azione auto-definiti
 

DOCENTE

CAMILLA ROVELLI

Professional Certified Coach (PCC,ICF) e facilitatore, supporta  gli individui e le organizzazioni nel raggiungimento dei loro obiettivi personali e professionali, attraverso un approccio di coaching Trasformazionale-Olistico, con una specializzazione in Coaching Sistemico, Core Coaching, Voice Dialogue Coaching, Team e Group Coaching e il modello Individual Effectiveness  di assessment e sviluppo dell’Intelligenza Emotiva. Il suo obiettivo come Coach e Facilitatore è quello di promuovere la piena espressione del capitale umano, il raggiungimento di un alto livello di prestazioni e di auto-realizzazione. 
I temi che più la appassionano rispetto alla self leadership sono empowering, innovazione, change, relazione, interazione e team leadership
Secondo il Gallup StrengthsFinder® i suoi talenti sono: Empathy, Individualization, Futuristic, Learner, Activator, Responsibility, Restorative, Positivity, Relator, Focus. Dal 2018 Coach Mentoring Program cross-aziendale Valore D e Role Model Inspiring Girl Program Valore D.