Salta al contenuto principale

Emotional Safety

Come trasformare un gruppo passivo in un gruppo attivo?

Il percorso

L'incontro fa parte del percorso "Condurre con il Cuore. Pratiche di leadership inclusiva in un mondo 4.0"

Per aiutare i partecipanti a diventare più consapevoli degli strumenti e delle capacità che hanno a disposizione per generare relazioni fertili e dunque risultati efficaci dentro i propri contesti di riferimento.

Ogni incontro prevede un “laboratorio empatico”, momenti ispirativi e la messa a punto di una “cassetta degli attrezzi comportamentali” sul tema.
Il contesto socio-economico in cui le aziende operano richiede una vera e propria ossessione nei confronti del cliente, una straordinaria velocità di reazione verso gli sconvolgimenti di scenario e una rinnovata capacità inventiva rispetto a prodotti e servizi. 
Una magia che può essere realizzata solo grazie alla creazione di gruppi di lavoro compatti, creativi, focalizzati e capaci di mettersi costantemente l’uno a disposizione dell’altro.
Un risultato realizzabile solo attraverso la creazione di contesti di lavoro che siano “emotivamente sicuri”, che facciano dell’empatia uno strumento di lavoro e dell’autorevolezza lo stile principale di conduzione.
In due parole, attraverso quella che ci proponiamo di definire come Leadership Inclusiva. 
 

Gli altri appuntamenti del percorso:

  • Come si fa a essere un Emotional Leader?
    Questione di autorevolezza 
     
  • Emotional Safety
    Come trasformare un gruppo passivo in un gruppo attivo?

I contenuti

Le persone danno il meglio di sé al lavoro quando si sentono emotivamente al sicuro.
Concentrano la loro energia e il loro tempo a risolvere i problemi e raggiungere risultati piuttosto che a preoccuparsi che le loro idee e il loro modo di
lavorare non venga accolto. Senza contare il fatto che i collaboratori emotivamente sicuri lavorano con più serenità e maggiore soddisfazione.
La teoria dell’emotional safety viene declinata nelle organizzazioni per comprendere come sia fondamentale creare contesti in cui le persone non abbiano
paura di sbagliare né di essere continuamente giudicati da capi e colleghi.
Capiremo cosa significa creare un contesto “sicuro” a livello emotivo, dove le persone si sentano sufficientemente considerate e libere di scegliere e agire come
soggetti attivi. In questo workshop si lavorerà sui comportamenti e sulle attitudini culturali adatti a trasformare un gruppo passivo in un gruppo attivo, in quanto emotivamente sicuro.
 

DOCENTI

PAOLO ANTONINI

Nel gennaio 2016 fonda ArtsFor_ con Valeria Cantoni e Camilla Invernizzi. Nel 2008 entra in Trivioquadrivio dove si è occupato di apprendimento organizzativo e di ideazione di progetti di comunicazione su base nazionale e internazionale e festival culturali sul territorio. In ambito formativo progetta programmi formativi anche attraverso l’ideazione di Art Based Programs che utilizzano cinema, teatro, musica e arti figurative come strumenti formativi in contesti business. È ideatore del metodo Mind Fitness, dedicato all’apprendimento organizzativo attraverso la lettura di opere d’arte contemporanea. È facilitatore certificato della metodologia Lego Serious Play. È socio fondatore dell’associazione Art For Business.

VALERIA CANTONI

Presidente di ArtsFor_, società di consulenza culturale e formazione manageriale, dove dirige progetti culturali e formativi con approccio creative-based, per facilitare percorsi e processi di apprendimento organizzativo in continua evoluzione. È mediatrice umanistica del conflitti, metodo che ha applicato alle organizzazioni per sviluppare un nuovo modello di leadership inclusiva.È Presidente di Art For Business e dal 2007 è docente del corso "Arte e Impresa" all'Università Cattolica di Milano.
È stata co-fondatrice di Trivioquadrivio e dal 2002 al 2015 Amministratore Delegato, dirigendo l'area "TQ per la cultura".

Download materiali

Il percorso "Condurre con il cuore"

Corsi correlati

Leadership e people management

Che cosa significa esercitare una Leadership Inclusiva?

Leadership e people management

Come si fa a essere un Emotional Leader?