Salta al contenuto principale

Il coraggio manageriale per affrontare la complessità

Nuovi approcci per orchestrare il team aziendale

Percorso

L'incontro fa parte del nuovo percorso Manager in Musica che, ispirandosi alla complessità delle esecuzioni musicali, ci propone una chiave per affrontare con efficacia le nuove sfide manageriali.

Uno degli ostacoli più insidiosi che un direttore d’orchestra sinfonica deve superare sono le “trappole mentali” nelle quali anche i più esperti possono cadere. Ad esempio, pensare di ascoltare ciò che l’orchestra esegue realmente mentre in realtà si sta evocando la propria idea di esecuzione musicale maturata nell’attento e profondo studio della partitura.

La formazione di un quartetto, in realtà, ha molte analogie con il funzionamento di un team concentrato e la direzione d’orchestra ha molte assonanze con l’organizzazione e la gestione di un’impresa o di una complessa unità organizzativa. Da questa analogia nasce il nuovo percorso con Gian Carlo Cocco e Daniele Agiman, direttore d’orchestra sinfonica  e docente di direzione d’orchestra al Conservatorio di Milano, per interpretare in modo innovativo e con successo il ruolo manageriale nei turbolenti, complessi e imprevedibili contesti nei quali operano attualmente le imprese.

 

Obiettivo

Cosi’ come l’essenza della direzione d’orchestra consiste nel coraggio di affrontare una complessità apparentemente caotica (si pensi a quando gli orchestrali accordano contemporaneamente i loro strumenti), anche l’essenza della nuova managerialità deve basarsi sul coraggio di affrontare la complessità e l’imprevedibilità ricorrendo alle tre risorse mentali.
Si tratta
 dei cosiddetti “tre cervelli”: il cervello corticale che presidia i processi cognitivi, il cervello limbico, che presidia i processi emotivi, il tronco encefalico, che presidia i processi istintivi.

I temi trattati

- Le trappole mentali nella direzione d'orchestra sinfonica e nella direzione d'impresa
- Autonomia e motivazione nell'orchestra e nell'impresa
- L'integrazione dei " tre cervelli" (cognitivo, emotivo e istintivo) alla base delle prestazioni eccellenti
- Il ricorso al coraggio manageriale: i vantaggi dell'antifragilità
- Non farsi travolgere dalla frenesia: concentrare i propri tempi di apprendimento tramite l'auto-coaching

DOCENTI

GIAN CARLO COCCO

E’ Presidente della Gian Carlo Cocco Sagl. Iscritto all’Albo degli Psicologi, è stato fondatore e Presidente della Ideamanagement srl. (1993-2006), E' stato docente della Scuola di Direzione Aziendale dell'Università Bocconi, attualmente coordina progetti di consulenza e di formazione sulla valorizzazione del capitale umano d’impresa, sullo sviluppo dei processi di innovazione e sulle neuroscienze applicate al management. Ha operato direttamente e più spesso coordinato gruppi di lavoro per i vertici di oltre cento imprese italiane e multinazionali in progetti di consulenza e formazione. E’ Professore a contratto alla Facoltà di Economia dell’Università e-Campus di Novedrate ed è titolare del corso: “Intelligenze Manageriali”. Coordina il progetto di volontariato “Un Ponte sul Futuro”  destinato alla valorizzazione dei futuri manager nell’ambito di Manageritalia.
Coordina una ricerca scientifica sulle neuroscienze applicate al management che consentirà di produrre nuovi approcci di consulenza e formazione nel comportamento organizzativo. Ha pubblicato numerosi articoli e libri sul management. Collabora con il CFMT dalla sua fondazione.

DANIELE AGIMAN

È tra i direttori d’orchestra italiani più attivi a livello internazionale. In Corea del Sud e Giappone è ospite regolare delle più prestigiose istituzioni, in particolare in campo operistico. Si è particolarmente impegnato nella diffusione e valorizzazione della produzione di autori contemporanei, dirigendo tra l’altro molte prime esecuzioni di compositori italiani. Dal 1999 è titolare della cattedra di Direzione d’Orchestra presso il Conservatorio Giuseppe Verdi di Milano e dal marzo 2007 è Professore Onorario di Direzione d’Orchestra presso l’Università Kurashiki Sakuyo in Giappone.

Corsi correlati

Leadership e people management

Dentro un quartetto d’archi: la sfida dell’imprevedibilità