Salta al contenuto principale

Vincere sotto pressione

Insegnamenti per il management dal mondo dello sport competitivo ad alto livello

Obiettivi

Il mondo del management è sempre più simile all’ambiente dello sport competitivo ad alto livello. Infatti, l’incessante spinta verso nuove sfide, la continua messa in gioco delle proprie capacità, la necessità inesauribile di costruire sempre nuovi equilibri, la rapidità crescente nella presa delle decisioni delineano un contesto molto vicino a quello dello sport competitivo, caratterizzato da un’elevata incidenza di stress.
L’idea che attraversa l’intero seminario è che i manager possano apprendere una serie di metodologie da chi per definizione si confronta con stress e competizione da sempre. I partecipanti, supportati da un questionario di auto-valutazione, saranno accompagnati da un esperto nella preparazione di sportivi di élite e da uno specialista delle tecniche di gestione dello stress nel mondo del lavoro.

 

Questa attività formativa fa parte del Learning Path Wellness360” 
Le altre attività formative del Learning Path sono:  StressLab for Manager , Laboratorio di Mindfulness Training , Mindstrenght e tutte le proposte outdoor.

DOCENTI

DARIO BALASSO

Come ingegnere ha vissuto 17 anni in azienda, conosce l’organizzazione e gli elementi stressanti ad essa associati. Come consulente aziendale è a contatto con il mondo del management. Come psicologo clinico è interessato a studiare il problema dell’affaticamento e delle patologie associate allo stress. Come istruttore di pratiche di rilassamento (training autogeno) cerca di coniugare l’esperienza personale di vent’anni con la consulenza.

PIETRO TRABUCCHI

Si occupa da oltre due decenni di motivazione, gestione dello stress e resilienza, in particolare applicata alla psicologia dello sport. Insegna presso l’Università di Verona. E’ stato Psicologo di varie Squadre Olimpiche tra cui quella di Sci di Fondo (Torino 2006 Olympic) e di Triathlon (Sydney 2000 Olympic). Attualmente lavora con le Squadre Nazionali di Ultramaratona e con la Squadra Olimpica di Canottaggio. Si è occupato della preparazione dei membri di spedizioni alpinistiche finalizzate a stabilire record di ascensione in tutto il mondo. Nel 2005 ha raggiunto la cima dell’Everest nell’ambito della spedizione “Everest Vitesse”. Nel 2016 è stato il responsabile della spedizione “Alaska Stress challenge” che ha scalato il Denali con finalità di ricerca scientifica. E' autore di diversi lavori scientifici pubblicati su riviste internazionali come PLOS ONE, e di alcuni libri sul tema della resilienza e dell’allenamento mentale, tra i quali –“Resisto dunque sono “, presentato a “Che Tempo che fa”. Appassionato di sport di endurance è stato 4 volte finisher del Tor des Geants e nel 2014 ha effettuato a piedi la traversata invernale dello Yukon con Gabriela Monti.