Salta al contenuto principale

Driving Change

Contesto e contenuti

Così come l’impresa ha sempre più bisogno di un management di qualità, con idee forti in grado di governare il cambiamento, così il management di imprenditorializzare le sue logiche di azione. 
Questo processo che è ormai in atto, nel rispetto dei reciproci ruoli, ha bisogno di un “campo pratica” sul quale confrontarsi con modalità nuove e suggestive, alla ricerca di fonti di ispirazione capaci di alimentare il pensiero e innovare la cultura aziendale.

"Driving Change", gioco di parole a metà tra il linguaggio golfistico e quello d’impresa, sarà il campo pratica nel quale sperimentare. 
Sprecare il talento e le energie delle nuove generazioni e non socializzarle con le conoscenze e il valore esperienziale delle generazioni già avanti con gli anni è un errore fatale per le prospettive di crescita e sviluppo del nostro paese. La contemporanea presenza di più generazioni in azienda non deve essere messa in competizione , ma devono essere orientate a collaborare e a scambiarsi opinioni e competenze: uno scambio di sicuro vantaggio per tutti.

Driving Change 2018 affronterà il tema della Intergenerazionalità

In diversi paesi fioriscono le ricerche sul rapporto tra le generazioni dal punto vista sociale, economico, politico, del mercato del lavoro.
E l’impresa e il management in Italia come stanno affrontando il tema?
Nelle imprese convivono le generazioni dei “Baby Boomers” (i nati tra il 1956 e il 1964), la “Generazione X” (tra il 1965 e il 1980) e la “Generazione Y” o “Millenial Generation” (tra il 1981 e il 2004), e tra non molti anni arriveranno i protagionisti della “Generazione Z” (i nati dal 2005 in poi).
In un contesto di acclarata difficoltà delle generazioni più giovani a collocarsi nelle imprese - e comunque con modalità differenti rispetto alle generazioni differenti -  oltre che di allungamento della vita lavorativa, il tema viene spesso affrontato in maniera parziale.
In alcuni casi prevale l’accento di come favorire l’ingresso delle nuove generazioni, in altri la prospettiva del rapporto conflittuale tra le generazioni che hanno obiettivi ed aspirazioni differenti, in altri ancora si punta principalmente sull’idea del ricambio generazionale.

In questa edizione del 2018 vogliamo affrontare il tema dell’intergenerazionalità da una prospettiva più ampia, che parte dall’assunto che la strada è quella dello scambio e dell’integrazione tra le generazioni all’interno del mondo delle organizzazioni, uscendo dalle prospettive isolate dell’accesso,  dello scontro o del mero “ricambio”. Per questo parliamo di “gioco di squadra” tra generazioni.
In questa prospettiva, ci aiuteranno a riflettere sul tema esperti e studiosi di questi temi affiancati da personalità dello sport e imprenditori.

Come nella precedente edizione, al momento della riflessione seguirà il momento del gioco e della sperimentazione sul campo, con qualche idea ed esperienza in più.

Programma

ore 10.00-12.00 Il “gioco di squadra”  tra generazioni per innovare i modelli competitivi                         

Brunch

ore 13.00 -18.00 Per i golfisti esperti gara di golf a squadre (shot gun)*
Per i neofiti gioco a squadre con l’assistenza di un pool di maestri di golf e un team di formatori
A seguire premiazioni e cena a buffet

*invitation con max 72 giocatori

DOCENTE

CARLO ROMANELLI

Fondatore e Presidente di Net Working S.r.l. - Consulenti per lo Sviluppo delle Organizzazioni, consulente di direzione certificato CMC (certified management consultant) da APCO - ICMCI (International Council of Management Consulting Institutes), esperto in organizzazione e comportamento organizzativo.
Psicologo del Lavoro ed esperto di stress management, ha sviluppato l'approccio del Wellness Management, basato sulla ricerca dell'equilibrio tra stress e benessere organizzativo, ed ideatore e conduttore dell'Accademia Sport & Management. E' partner del Hardiness Institute presso l’Università della California per le attività di studio, ricerca e consulenza in materia di Hardiness e Resilienza nel management, ed è il primo HardiTrainer certificato in Italia dal medesimo Istituto Californiano.

Driving Change 2018

Il gioco di squadra tra generi e generazioni