Salta al contenuto principale

Governare l’impresa con il capitale umano

Una nuova contabilità per la gestione e lo sviluppo delle competenze

Contenuti

Superata la società della produzione siamo ormai nella società basata sulla conoscenza nella quale si assiste ad una continua obsolescenza delle competenze. Per rispondere a questa pressione occorre rendere sempre più rapide ed efficaci le attività di apprendimento delle conoscenze, ma soprattutto delle capacità.

Attualmente nei mercati si manifesta sempre più una contrapposizione tra l’economia speculativa (basata sui “giochi a somma zero” con un imponente processo di accentramento monetario della ricchezza e la proletarizzazione degli operatori d’impresa) e l’economia reale in grado di creare e distribuire ricchezza (basata sull’innovazione e sulla valorizzazione del capitale umano).

In questo scenario imprevedibile e turbolento il manager rappresenta la fondamentale risorsa strategica per competere con successo, ma a patto che dedichi attenzione al proprio valore professionale e a quello dei propri collaboratori in modo tempestivo per evitare di cadere nell’obsolescenza.

La sfida del futuro sta nel concentrare gli investimenti, oltre che nelle competenze tecnico/professionali, anche e soprattutto nelle Soft Skill, (cioè nell’incrementare il più efficacemente possibile i comportamenti organizzativi) sia a livello d’impresa, sia a livello individuale.

Per vincere questa sfida occorre:

- collegare la gestione del capitale umano alla strategia aziendale;

- ridurre i tempi necessari per seguire tempestivamente le evoluzioni delle competenze che il mercato impone applicando il time to mind;

- misurare la crescita del valore del capitale umano a seguito dell’adozione del nuovo modello di gestione basato sulla: contabilità del capitale umano.

 

Questo incontro proporrà anche strumenti applicativi per le imprese e per i manager.

 

Vi aspettiamo all'aperitivo di benvenuto previsto alle 17:30.

RELATORI

GIAN CARLO COCCO

E’ Presidente della Gian Carlo Cocco Sagl. Iscritto all’Albo degli Psicologi, è stato fondatore e Presidente della Ideamanagement srl. (1993-2006), E' stato docente della Scuola di Direzione Aziendale dell'Università Bocconi, attualmente coordina progetti di consulenza e di formazione sulla valorizzazione del capitale umano d’impresa, sullo sviluppo dei processi di innovazione e sulle neuroscienze applicate al management. Ha operato direttamente e più spesso coordinato gruppi di lavoro per i vertici di oltre cento imprese italiane e multinazionali in progetti di consulenza e formazione. E’ Professore a contratto alla Facoltà di Economia dell’Università e-Campus di Novedrate ed è titolare dei corsi: “Intelligenze Manageriali”. ed “Economia del capitale umano”. Coordina il progetto di volontariato “Un Ponte sul Futuro”  destinato alla valorizzazione dei futuri manager nell’ambito di Manageritalia.
Coordina una ricerca scientifica sulle neuroscienze applicate al management che consentirà di produrre nuovi approcci di consulenza e formazione nel comportamento organizzativo. Ha pubblicato numerosi articoli e oltre venti libri sul management tra i quali Neuromanagement e Governare l’impresa con il capitale umano editi da FrancoAngeli. Collabora con il CFMT dalla sua fondazione.

FERRUCCIO DE BORTOLI

Milano, 1953. Laurea in Giurisprudenza. Giornalista professionista dal 1975. Ha diretto due volte il Corriere della Sera, dal 1997 al 2003 e dal 2009 al 2015. E il Sole-24 Ore dal 2005 al 2009. E’ stato editorialista della Stampa. Nel 2003-2004 ha ricoperto l’incarico di amministratore delegato della Rcs Libri e presidente di Flammarion e Casterman. E’ stato, inoltre, vicepresidente dell’Aie, l’associazione italiana degli editori e membro dei consigli di Adelphi, Skira e Marsilio. Presidente della fondazione teatro Franco Parenti e consigliere dell’associazione amici del Poldi Pezzoli. Attualmente è presidente di Vidas e della casa editrice Longanesi. Scrive per il Corriere della Sera e il Corriere del Ticino.

GIULIO CESAREO

Laurea in Ingegneria Meccanica conseguita presso il Politecnico di Milano. Master in Economia e Gestione d’Azienda conseguito presso la Scuola di Direzione Aziendale dell’Università Bocconi di Milano. Financial Management Program for Senior Executive, Graduate School of Business Stanford University – USA. Fondatore e Chief Executive Officer di Directa Plus plc, quotata al London Stock Exchange. Inventor di 10 brevetti sul grafene e i nano materiali. Membro dell’Adivisory Board della National Graphene Association. Consigliere di Amministazione Fondazione Giancarlo Quarta. Collaboratore esterno, Scuola di Direzione Aziendale dell’Università Bocconi di Milano.

GIUSEPPE TRUGLIA

Nato a Bari il 19/11/1942,terminati gli studi di economia e commercio presso l'Università di Bari,inizia nel 1966 un percorso professionale che inizia in Gillette, continua per oltre 20 anni in Rinascente e si conclude nel febbraio 2008 in metro Italia cash& carry dopo aver assunto responsabilità di vertice direzionale in aziende leader a livello nazionale ed internazionale nei settori della logistica,delle risorse umane,dello sviluppo del business e della qualità. Impegnato in attività associative,ricopre il ruolo di consigliere e presidente di Manageritalia Milano,associazione di rappresentanza dei manager del terziario. Dal 2004 al 2011 è consigliere e presidente CFMT centro di formazione del terziario e vice presidente della scuola superiore del commercio. Dal marzo 2008 inizia una nuova fase di attività dedicate al volontariato ed a ruoli istituzionali sempre guidati dalla forte passione verso le risorse umane ,il retail ed i modelli organizzativi finalizzati allo sviluppo di contesti collaborativi.

Download materiali

Intervista Cocco Blog Capoverso