Salta al contenuto principale

Luoghi di lavoro e welfare: progettare spazi per favorire le relazioni

Pensieri Stupendi

Pensieri Stupendi è un ciclo di eventi per confrontarsi con personalità appartenenti a diversi mondi del sapere, che in occasione degli incontri offrono riflessioni e aprono nuove visioni su temi e pratiche che riguardano tutti coloro che a diversi livelli operano in un contesto organizzativo.

Un’occasione di ispirazione, un momento di incontro e di confronto con nuove visioni che aiutano a uscire da logiche sclerotizzate dentro i contesti organizzativi.

I temi trattati

È consolidata l'idea che lo spazio sia un fattore determinante per la qualità della vita e del lavoro delle persone. Ma lo spazio in sé non basta in quanto è solo un contenitore di storie; perché crei benessere si deve trasformare in un luogo e questo accade quando in quello spazio avvengono relazioni  conversazioni di qualità. Progettare spazi di lavoro che siano luoghi è compito non solo dei bravi progettisti ma anche di chi è chiamato a gestire e guidare l'organizzazione. In epoca di innovazione sociale, di smart working e nuove pratiche del lavoro Luca Molinari, condotto da Valeria Cantoni, ci racconta come possono essere progettati luoghi che facilitano relazioni di scambio, dove la prossimità genera idee e aiuta le persone a sentirsi attori e soggetti attivi. 

 

DOCENTI

LUCA MOLINARI

Critico, curatore e professore associato di Storia dell’Architettura Contemporanea presso Università degli Studi della Campania “Luigi Vanvitelli”. Scrive come autore indipendente per numerose riviste e quotidiani, oltre a tenere la Cronaca di Architettura del settimanale L'Espresso. È membro del Consiglio Superiore per i Beni Culturali e Paesaggistici. Ha curato il Padiglione Italiano alla XII Mostra Internazionale di Architettura e le sezioni architettura e urbanistica della Triennale di Milano (2001-2004), oltre a una serie di mostre ed eventi dedicati alle trasformazioni urbane e alle mutevoli forme dell'abitare contemporaneo. Nel 2016 pubblica, Le case che siamo (Nottetempo).

VALERIA CANTONI

Presidente di ArtsFor_, società di consulenza culturale e formazione manageriale, dove dirige progetti culturali e formativi con approccio creative-based, per facilitare percorsi e processi di apprendimento organizzativo in continua evoluzione. È mediatrice umanistica del conflitti, metodo che ha applicato alle organizzazioni per sviluppare un nuovo modello di leadership inclusiva.È Presidente di Art For Business e dal 2007 è docente del corso "Arte e Impresa" all'Università Cattolica di Milano.
È stata co-fondatrice di Trivioquadrivio e dal 2002 al 2015 Amministratore Delegato, dirigendo l'area "TQ per la cultura".