Salta al contenuto principale

Persuasori artificiali

Quando il subdolo si automatizza

Contenuti

Strane cose all’orizzonte. Il deep learning diventa deep advertising. La psicologia del profondo diventa automazione del profondo. Il point of sale diventa mind of sale. Benvenuti nell’era della nuova comunicazione.
Il marketing, già artificiale di suo (nella narrativa), sta per diventare artificiale a tutti gli effetti: pensato, realizzato e consegnato (all’utente) da menti meccaniche, ovviamente intelligenti. I nuovi persuasori artificiali ballano a ritmo di algoritmo, occultano sapientemente i dati. Predicono e predicano un futuro dove tutto diventa possibile, anche l’automazione della personalizzazione, e mentre McDonald’s ci comunica che il panino migliore è quello suggerito dall’IA e noi convinti ce lo pappiamo, tutto appare chiaro: la persuasione non è più umana questione.

In esclusiva per noi il keynote speaker del World Marketing & Sales Forum di Milano, Mohanbir Sawhney, della Kellogg School of Management, per uno speech che apre le porte alla futura automazione e intelligenza artificiale nel marketing. 

 

Scarica il magazine (PDF)

magazine

Guest Speaker

MOHANBIR SAWHNEY

Universalmente stimato come ricercatore, insegnante e consulente di marketing strategico, innovazione e new media. Professore e direttore del Centro di Ricerca in Tecnologia e Innovazione della Kellogg School of Management, è autore di sei libri, tra cui il più recente Fewer, Bigger, Bolder: From Mindless Expansion to Focused Growth.

Scenario

THOMAS BIALAS

Futurologo, giornalista, innovatore si occupa di progettazione dei contenuti e aiuta imprese e istituzioni a ripensare il proprio ruolo e futuro. Per Cfmt è responsabile del progetto Future Management Tools. Ideatore e curatore del Dirigibile inserto del mensile Dirigente di Manageritalia. Socio della cooperativa CoMoDo, membro del network Hub e del team Freedomroom ed editor per conto di Logotel della piattaforma wecomomy.it, un libro-blog-movimento per diffondere i principi e le pratiche dell’economia collaborativa e di condivisione.

Coordinatore

LUCA DE BIASE

Editor di innovazione a Il Sole 24 Ore e fondatore Nòva24, editor della Vita Nòva, magazine per tablet. Insegna Knowledge Management all’ Università di Pisa. Tiene un corso al master di comunicazione della scienza all’Università di Padova. È membro del comitato scientifico del master di comunicazione della scienza alla Sissa di Trieste e docente del master Big Data all’università di Pisa. Presidente del comitato scientifico dell’associazione Media Civici. Membro della Commissione sulle garanzie, i diritti e i doveri per l’uso di Internet alla Camera dei Deputati. Membro del consiglio di amministrazione della Fondazione Golinelli di Bologna. Tra i suoi libri recenti: Come saremo, con Telmo Pievani (Codice 2016); Homo Pluralis(Codice 2015); Media Civici, Apogeo Feltrinelli 2013. La Media Ecology Association gli ha conferito The James W. Carey Award for Outstanding Media Ecology Journalism 2016.

Testimonianze

LORENZO MONTAGNA

È stato AD delle aziende iconiche della rete:  Yahoo! (primo portale)  Altavista (primo motore di ricerca) , ViaMichelin (prima app di geolocalizzazione) , Lycos -Napster (primi siti social e musica online). Nel 2017 ha fondato "Second stAR VR" la prima società italiana di consulenza dedicata all'applicazione strategica in azienda delle tecnologie esperienziali di Realtà Aumentata e Virtuale. Ha scritto il primo libro su AR e VR per il business con Hoepli. E’ il Presidente Italiano della VRARA la prima associazione mondiale che raggruppa 125.000 esperti  in 50 Paesi nel mondo sui temi di AR e VR . E' Advisor e Mentor in Polihub, l’acceleratore del Politecnico di Milano, il primo incubatore d’impresa universitario in Italia e docente nelle principali  business school italiane. E' da 2 anni  keynote speaker sui temi AR e VR con oltre 50 keynote all’attivo, per questo è soprannominato "YodAR".

MIRKO PALLERA

È direttore responsabile di Ninja.it, la piattaforma online per la Digital Economy nata dall’evoluzione di Ninja Marketing, già punto di riferimento in Italia per il marketing digitale e la comunicazione innovativa. Imprenditore, sociologo e digital strategist per grandi brand fra cui Barilla, Telecom, Unilever e Banca Mediolanum si definisce un “innovatore sociale” con la missione di migliorare il mondo grazie alla comunicazione delle aziende. 
È co-autore del best seller “Marketing Non-Convenzionale: viral, guerrilla, tribal e i 10 principi del marketing postmoderno” edito dal Sole 24 ORE. È membro dello IADAS di New York (International Academy of Digital Arts & Sciences) e ambasciatore italiano dei Webby Awards, considerato l'Oscar del Web. 
Il suo ultimo libro “Create! Progettare idee  contagiose (e rendere il mondo migliore)” pubblicato da Sperling & Kupfer, l'editore della Mucca Viola, introduce in Italia l'archetypal branding e un approccio "spirituale" alla comunicazione commerciale.

LUCA RUJU

Classe 74, laureato a Napoli, con una tesi in Marketing sulle Imprese Virtuali, con oltre 10 anni di esperienza nelle principali telcos italiane (TIM e WIND), fa parte del team di una delle prime importanti startup italiane Infostrada Spa, successivamente comprata da Wind. Nel 2006 parte per il Brasile, dove rimane per quasi 10 anni. Lancia la sua prima startup di mobile digital content “Zero9 Brazil”, che vede come investitore principale il fondo Italiano della famiglia Bonomi “InvestIndustrial”, successivamente venduta a NeoMobile SPA (coinvolti un fondo inglese e MPS). Dopo la vendita, inizia a supportare aziende italiane ad investire e localizzarsi in America Latina. Dal 2011 investe in startup in Brasile e all’estero, diventa socio di una impresa partecipata da RCS Media Group Spa, finché nel 2015 decide di aprire una sua startup, Predixit Srl, questa volta in Italia, e rientra a Milano. Partner di Giffoni Innovation Hub, svolge attività di mentoring e promuove iniziative quali School Factor (progetto per la formazione all'imprenditorialità nelle scuole) e Artificial Intelligence in Kids Education.

Download materiali