Salta al contenuto principale

Una possibile agenda dei CFO per reagire al coronavirus

Obiettivi

La Crisi dovuta al diffondersi del COVID 19 ha alcuni impatti gestionali ai quali il Cfo può offrire un contributo e un supporto sul piano prevalentemente finanziario, ma non solo.

A chi è rivolto

I  Direttori Amministrazione, Finanza e Controllo, Direttori Amministrativi  o Chief Financial Officer.

I temi trattati

In risposta al Coronavirus le aziende avranno bisogno di CFO che le aiutino a:

  1. Gestire l’emergenza finanziaria verificando l’attuabilità di alcune «Strategie di Mobilità Finanziaria» (SMF)
  2. Stimolare e informare per «presagire» uno o più scenari per il dopo Coronavirus
  3. Predisporre un piano aziendale, eventualmente a scenari multipli e comunque in logica contingency plan
  4. Verificare se in prospettiva si possa stabilizzare il Business nel quale si opera, quale sarà l'«investment pool» a disposizione dei vertici senza creare un aumento dell’indebitamento e quando saranno necessari investimenti e di quale entità.

DOCENTE

ALBERTO BUBBIO

Professore Associato di Economia Aziendale e responsabile dei corsi Programmazione e Controllo e Misurazione delle performance, presso l’Università Cattaneo – LIUC (Castellanza, VA). Insegna inoltre presso il Centro di Formazione di Management del Terziario (Cfmt), presso l'Istud. E' stato per oltre venti anni docente dell'area Amministrazione e Controllo presso il Mib di Trieste e la Scuola di Direzione Aziendale dell'Università Bocconi. Nel 1985 fonda Dimensione Controllo srl di cui oggi è Presidente

Corsi correlati