Networking e Servizi

Sulla scia della recente evoluzione di cui CFMT si è fatto portatore, è nata una nuova area, che si va ad affiancare all’anima più tradizionale del Centro, rappresentata dalla School of Management e dagli Eventi: la nuova area Networking e Servizi nasce dalla consapevolezza che la shared knowledge e che la condivisione di best practices tra pari siano alcuni tra gli strumenti più potenti per stimolare interazione e apprendimento costante. L’idea cardine che ha portato CFMT a ragionare in questa direzione è stata proprio quella di coinvolgere i vari associati in attività che possano stimolare la partecipazione attiva, il coinvolgimento diretto e la creazione di un vero e proprio network partecipato. Il fine, soprattutto alla luce di un periodo nebuloso ed incerto come quello appena vissuto da molti manager, è quello di accorciare le distanze sperimentando una versione innovativa del fare squadra e costruire relazioni collaborative.

La Mission

Quando parliamo di “Networking” ci riferiamo certamente ad un contesto ampio e variegato che risulta talvolta difficile imbrigliare in una definizione univoca: il pensiero di fondo è quello di stimolare la condivisione di skills, conoscenze ed esperienze dei manager associati, in una vera e propria ottica di apprendimento partecipato e collaborativo. Moltissime sono le attività, gli eventi, le idee e gli stimoli che ci auguriamo possano portare CFMT e gli associati a dare forma a quell’idea di comunità collaborative che crediamo sia uno dei reali valori aggiunti della rete di manager che insieme abbiamo creato negli anni e che, come tale, merita tutta la nostra attenzione nell’essere valorizzata e costantemente nutrita.

Se da un lato cercare di accrescere la propria conoscenza è di fondamentale importanza per garantire una certa longevità professionale, dall’altro lato risulta ormai sempre più chiaro che affinché ciò sia possibile è necessario che la conoscenza venga condivisa e resa quindi accessibile a chiunque voglia fruirne. Siamo ben lontani dagli anni bui in cui il sapere e la conoscenza erano beni gelosamente custoditi e tramandati tra pochi eletti: ciò a cui si assiste oggi è un vero e proprio processo di condivisione di esperienza non solo “dall’alto verso il basso” – ossia tra chi detiene la conoscenza e chi vuole apprendere – ma anche tra pari, andando di conseguenza a favorire la generazione di dinamiche collaborative e altamente proficue.

I pilastri progettuali

Una delle peculiarità che gli associati hanno sempre attribuito a CFMT è, tra le molte, sicuramente quella di stimolare in maniera del tutto naturale la creazione di relazioni interpersonali tra i manager: da lì ad “ufficializzare” tale processo il passo è stato brevissimo. Perché non prevedere, quindi, una serie di attività e servizi appositamente studiati per facilitare la nascita di vere e proprie comunità di senso? Perché non evolvere ulteriormente l’approccio alla formazione, rendendo tutte le attività parte integrante ed imprescindibile di un processo più ampio che si basa sulla partecipazione dei dirigenti alla creazione del proprio percorso di apprendimento?

A tal proposito, diversi sono gli strumenti individuati e messi a disposizione degli associati per stimolare la condivisione di competenze e favorire lo scambio peer-to-peer:

 

EVENTI: occasioni di condivisione di esperienze su tematiche attuali e di sicuro interesse per la propria quotidianità lavorativa. I momenti di riflessione su tendenze e cambiamenti di scenario fanno da volano al confronto attivo e alla generazione di comunità di senso.

 

LIBRARY: uno spazio virtuale in cui ogni dirigente ha la possibilità di condividere attivamente con il network la propria passione per la parola scritta, mettendo a disposizione dei colleghi suggestioni, idee, esperienze e insegnamenti tratti da un particolare libro e al contempo beneficiando del punto di vista di tanti altri professionisti.

 

LABORATORI E THINK THANK: spazi dedicati all’innovazione in vari campi, in cui i dirigenti hanno la possibilità di confrontarsi con colleghi e mettere a terra strumenti e idee disruptive da spendere nella propria quotidianità lavorativa. 

 

START: un questionario di autovalutazione, completamente web-based, che rappresenta un decisivo passo in avanti verso la totale personalizzazione del proprio percorso formativo. Uno strumento imprescindibile per la delineazione del proprio sviluppo personale totalmente customizzato.

 

AMBASSADOR: e se fossero proprio gli associati una delle voci del CFMT? E se proprio i dirigenti si facessero portatori del vento di cambiamento e anticipazione dei trend che ci caratterizza? 

 

COMMUNITIES: la voglia di identificarsi in un gruppo ben definito e al contempo rafforzare la propria identità professionale non può che tradursi nel concetto di community. Percorsi di eccellenza, passioni, tematiche specifiche, laboratori verticali o trasversali: ambienti in cui le comunità di senso prendono vita, permettendo ai dirigenti di condividere, innovare, collaborare e, perché no, apprendere.

 

PIATTAFORME VIRTUALI: l’impatto della trasformazione digitale è evidente anche nella potenza degli strumenti virtuali che oggi abbiamo a disposizione. Perché il network si può costruire e alimentare anche a distanza, perché una rete di professionisti collaborativi e partecipativi può sperimentare anche un modo diverso del fare gruppo, perché le distanze fisiche non possono essere una barriera alla condivisione di esperienze.