Salta al contenuto principale

Luci e ombre nel complesso universo delle emozioni

Dirigere l'energia delle emozioni verso il vero benessere e unu2019armonica realizzazione

Obiettivi

La pandemia, i lockdown totali e parziali  hanno fatto aumentare lo stress che facilita la comparsa di disturbi d’ansia e del sonno, senso di insicurezza, sintomi di depressione.

Se pensiamo troppo a come il virus ha invaso le nostre vite, togliamo al cervello la possibilità di creare nuovi spazi e scoprire ulteriori orizzonti. Dentro di noi esistono molti mondi, non uno solo. Diventa, quindi, ancor più importante apprendere a gestire il nostro complesso universo emotivo. 

Come onde del mare o colpi di vento, le emozioni vanno e vengono e non sono fatte per durare, nemmeno quelle spiacevoli. Se le contempliamo, senza ragionarci, e senza cercare di mandarle via quando ci infastidiscono, o di trattenerle quando ci piacciono, diventeremo capaci di usare la loro energia per andare nella direzione del vero benessere, dell'armonia e della realizzazione. 

Dobbiamo apprendere a prenderci cura dei nostri difetti e delle nostre emozioni negative: guai a cacciarle via. Solo se accettiamo di essere luce e ombra, la nostra visione può completarsi. Diventiamo veramente speciali quando nella nostra famiglia interiore si siedono, come nei sogni, i diavoli insieme agli angeli. 

Networking: superare le distanze

E chi l'ha detto che non sia possibile fare networking a distanza? Anche in versione 2.0, l'obiettivo di fondo è quello di stimolare la condivisione di skills, conoscenze ed esperienze dei manager, in una vera e propria ottica di apprendimento partecipato e collaborativo. 

Se da un lato cercare di accrescere la propria conoscenza è di fondamentale importanza per garantire una certa longevità professionale, dall’altro lato risulta ormai sempre più chiaro che affinché ciò sia possibile è necessario che la conoscenza venga condivisa e resa quindi accessibile a chiunque voglia fruirne: ciò a cui si assiste oggi è un vero e proprio processo di condivisione di esperienza tra pari, andando di conseguenza a favorire la generazione di dinamiche collaborative e altamente proficue.

Ecco che  l’approccio alla formazione evolve ulteriormente, rendendo tutte le attività parte integrante ed imprescindibile di un processo più ampio che si basa sulla partecipazione dei dirigenti alla creazione del proprio percorso di apprendimento: non solo partecipanti, quindi, ma veri e propri co-designer della propria esperienza.

COORDINATORE

FRANCESCA CHIALÀ

TED & Inspirational Speaker, Business Coach, Regista TV, ho sempre intersecato il lavoro di Consulente Aziendale con quello di Manager Culturale. Dal 2013 Consigliere di Amministrazione del Teatro Dell’Opera di Roma, ho accompagnato il percorso di risanamento economico e rilancio del Teatro. Da 20 anni attraverso e intreccio i sentieri della consulenza e formazione manageriale, della comunicazione aziendale e del business development , lavorando per le più importanti aziende italiane e multinazionali. Ho progettato e condotto centinaia di Eventi, Convention e Festival. Executive Trainer & Consultant su Leadership, Creativity, Innovation & Change Management, Family Businesses, Sales, Digital Marketing, Engagement, Team Building, Social Learning, Gamification, Storytelling, Public Speaking, Diversity, Art Management, Art for Business, Art Based Learning. Mi diverto ad esplorare sempre nuovi percorsi e ad integrare la mia passione per l’Arte con il mondo dell’Impresa e dell’Innovazione.
Premio Fondazione Bellisario nel 2014 e selezionata tra i 1000 Curricula Eccellenti.

GUEST SPEAKER

MARIA RITA PARSI

E’ psicologa, psicoterapeuta, docente, scrittrice, opinion leader per i principali organi di informazione radio-televisivi, oltre che editorialista su quotidiani e magazine.

Iscritta all'albo dei giornalisti, è nella redazione della rivista "Riza psicosomatica". Dal 1995 ha curato rubriche di psicologia su riviste settimanali e mensili, scrive articoli per quotidiani nazionali (Il Messaggero, Il Resto del Carlino, Il Giorno, La Nazione) ed è costantemente ospite di numerose trasmissioni televisive sulle TV nazionali.

Ha elaborato una "metodologia psicologica della psicoanimazione" ed ha fondato e dirige la SIPA ("Scuola Italiana di Psicoanimazione").

Nel 1991 ha creato la Fondazione "Movimento Bambino" con 4 centri in Italia e si batte contro gli abusi e i maltrattamenti dei bambini, per la tutela giuridica, sociale, culturale dei ragazzi.

Svolge da anni un’intensa attività didattica presso Università italiane e Istituti specializzati. Più di cento sono le sue pubblicazioni, i suoi romanzi, i testi politici, poetici e teatrali.

Nel 2009 ha ricevuto il Premio Nazionale Paolo Borsellino per l'impegno, la coerenza e il coraggio nella propria azione sociale contro la violenza e l'ingiustizia, ed in modo particolare per l'impegno profuso in difesa e la promozione dei valori della libertà, della democrazia, della legalità. Nel 2008 ha ricevuto il Premio Internazionale Cartagine, destinato a coloro che hanno contribuito, in Italia e all'estero, allo sviluppo della cultura in diversi settori. Nel 2007 ha ricevuto dal Premio Internazionale “Pio Manzù” la Medaglia della Camera dei Deputati per l'opera a favore dei bambini.