Salta al contenuto principale

Progettare l'imprevedibile

Complessita': istruzioni per l'uso

Ti aspettiamo

v

 

Molti manager considerano la complessità un ostacolo sulla strada del successo. Noi crediamo il contrario: siamo convinti che la complessità sia un ottimo strumento organizzativo, per servirsi del quale occorre liquidare diversi luoghi comuni manageriali e sperimentare strumenti insoliti. 

Lo faremo ascoltando i racconti di 3 Pionieri della Complessità, che in questa occasione condivideranno suggestioni, pratiche utili a decidere nell'incertezza e strategie concrete per fare della complessità uno strumento di imprescindibile valore per la propria azienda: 

  • Valentina Calaminici, General Manager Gruppo Mario Mele & Partners 
  • Flavia Ganis, General Manager STI Engineering Srl 
  • Massimo Pistolesi, Head of Engineering Automotive Components Group

Il Contesto

Nel corso del ciclo di workshop "Complessità: istruzioni per l'uso" avevamo immaginato che sarebbe stato bello organizzare un momento di restituzione pubblica del percorso intrapreso, degli spunti emersi e dei risultati ottenuti: un'occasione per condividere con l'intera community dei manager suggestioni, strumenti concreti da utilizzare day-by-day e best practice condivise tra i top players e change makers del settore. 

E' andata a finire proprio bene, oltre ogni aspettativa: il 9 settembre, dalle 17.30 alle 19, saremo in scena a Milano, insieme al Direttore Generale di CFMT, Nicola Spagnuolo e a Trivioquadrivio, partner dell'iniziativa, per una dinamica tavola rotonda tra pionieri della complessità, imprenditori e manager. Il tutto avrà luogo all'interno di una delle cornici meneghine più prestigiose, ossia la Design Week. Perchè? Perchè consideriamo questo momento come la prima vera occasione di rinascita urbana e sociale, dopo un lungo periodo di turbolenze, incertezza e restrizioni. 

L'evento

L'evento conclusivo della campagna "Complessità: istruzioni per l'uso" per fare il punto sulla complessità organizzativa attraverso le voci dei pionieri che hanno preso parte al primo percorso in Italia dedicato al tema; un' occasione senza precedenti per imparare a governare l'improbabile e a trasformare l'imprevisto in una leva di valore organizzativo. 

"Progettare l'imprevedibile" si muove all'interno di 3 macro-cornici di riferimento: 

- Torniamo a vivere - la Design Week 2021 costituisce un' importante occasione di rinascita urbana e spunto di riflessione sull’ultimo anno che ci ha visti costretti a rinunciare alle occasioni di incontro in prossimità fisica;

- Torniamo a progettare - un’occasione per tornare ai tavoli di discussione per progettare nuovamente il come poi, ponendosi le domande giuste;

- Progettare l’imprevedibile - per fare il punto sulla complessità organizzativa attraverso i racconti delle esperienze di chi ha preso parte agli incontri della campagna Complessità: istruzioni per l’uso.

Questi gli ingredienti del format: 

-- Una tavola rotonda in cui verranno presentati i risultati i risultati del percorso Complessità: Istruzioni per l'uso;

-- Speech dei "pionieri" che hanno animato il progetto e che porteranno i loro casi reali di gestione della complessità;

-- Toolbox e strumenti per i manager che vogliono fare della complessità una leva di valore.

Sei pronto ad unirti al primo movimento di legalizzazione della complessità organizzativa in Italia? 

RELATORI

LEONARDO PREVI

Nel 1990 si laurea in architettura al Politecnico di Milano e nel 1996 fonda Trivioquadrivio, il laboratorio d’ingegnosità collettiva che ha aiutato migliaia di manager in Italia, Europa, Asia, a frequentare gli aspetti più insoliti e fertili dell’innovazione e del cambiamento. Nel 2003 porta in Italia Lego Serious Play, insegnando ai manager italiani a pensare con le mani (come racconta nel libro Lego Story, Egea, 2012), mentre nel 2014 porta in India MAPPS, la metodologia di apprendimento organizzativo sviluppata da Trivioquadrivio. Di ritorno dall’India cura l’edizione italiana dei due volumi che hanno imposto l’innovazione frugale all’attenzione delle imprese italiane (Jugaad Innovation e Frugal Innovation, Rubbettino). Ha pubblicato sei libri (tra i quali figura il Manuale illustrato d’incompetenza manageriale, LSWR, 2015), e nel 2017 ha coniato il termine zainocrazia per raccontare il nomadismo professionale quale rimedio alla crescente burocratizzazione delle pratiche organizzative (Zainocrazia, LSWR, 2018). Interviene con regolarità come keynote speaker presso imprese e istituzioni e nel 2020 è autore del podcast LEGALISE COMPLEXITY. Ha insegnato per 8 anni Storia economica della cultura e per 14 anni Gestione delle risorse umane all’Università Cattolica di Milano.
Leonardo è Presidente di Trivioquadrivio, Sustainability Manager di Starching, Research Affiliate di Hi!Academy. Il suo ultimo libro LEGALISE COMPLEXITY. Come porre la complessità al servizio dei nostri obiettivi è in corso di pubblicazione presso LSWR.

NICOLA SPAGNUOLO

Nicola Spagnuolo è direttore di CFMT Centro di Formazione e Management del Terziario.
Esperto di processi formativi ha ricoperto, per circa tre anni, la direzione del settore sviluppo associativo di Confcommercio nazionale, organo italiano di rappresentanza delle imprese impegnate nel commercio, nel turismo e nei servizi. Dal 2006 al 2016 è stato direttore generale Iscom Emilia Romagna, l’ente di formazione di Confcommercio - Imprese per l’Italia dell’Emilia Romagna, ed è stato Presidente per la Fondazione I.T.S. “Turismo e Benessere”.

TESTIMONI AZIENDALI

VALENTINA CALAMINICI

Affascinata dal mondo della comunicazione e del marketing, mi sono laureata allo IULM nel corso di Laurea in Pubbliche Relazioni. Ho sempre lavorato in agenzie di comunicazione dove ha ricoperto diversi ruoli, sviluppando progetti di comunicazione integrati a supporto di primarie aziende italiane e internazionali. Sono appassionata di yoga, cinema, sport, viaggi, adoro leggere e amo infinitamente gli animali e la natura.

FLAVIA GANIS

Dal 2016 rivesto il ruolo di Direttore Generale di STI Engineering, società di ingegneria multidisciplinare con respiro internazionale. Le mie esperienze professionali precedenti vanno da aziende del settore Automotive a società del settore Oil & Gas nel ruolo di CFO. Entrata in STI Engineering quando ancora era una piccola società gestita da un Amministratore Unico, ho partecipato alla definizione della struttura, della nuova organizzazione, fino a rivestire anche la posizione di consigliere nel Consiglio di Amministrazione. Come Direttore Generale curo il coordinamento generale delle attività della società italiana con l’obiettivo di costituire un Gruppo internazionale sotto tutti gli aspetti. 

MASSIMO PISTOLESI

50 anni, laureato in ingegneria aerospaziale, da oltre 20 anni lavoro con passione nel settore automotive per una multinazionale giapponese. Dopo aver maturato esperienze in diversi settori, approdo con entusiasmo nella mia attuale azienda nel 2000. La coordinazione di esigenze e punti di vista molteplici, variegati e spesso non sovrapponibili mi spinge a cercare strumenti di gestione capaci di coniugare flussi procedurali definiti a situazioni mutevoli e, soprattutto, alla valorizzazione di chi li porta avanti. Vedere le persone come gli elementi fondamentali di un lavoro di successo mi stimola a cercare e sviluppare situazioni in cui fiducia e lavoro di tutti sono valori condivisi.