Salta al contenuto principale

Decreto trasparenza

le novità introdotte alla disciplina del rapporto di lavoro e gli adempimenti a carico dei datori di lavoro

Presentazione

Il Decreto Trasparenza (D.Lgs. n. 104/2022) è stato pubblicato in Gazzetta Ufficiale lo scorso 29 luglio 2022, in attuazione della direttiva UE 2019/1152 “relativa a condizioni di lavoro trasparenti e prevedibili nell'Unione europea”.
Il Decreto Trasparenzain vigore dal 13 agosto 2022, introduce, in primis, nuovi obblighi a carico delle imprese in tema di informazioni sul rapporto lavorativo.
È stato ampliato significativamente l’elenco delle informazioni che il datore deve fornire al lavoratore per iscritto, non solo nei casi di nuove assunzioni ma anche rispetto ai rapporti di lavoro in corso e nel caso di modifica delle condizioni, con la previsione di sanzioni amministrative pecuniarie in caso di violazione. Ulteriori obblighi informativi sono previsti nel caso di turni di lavoro o di lavoro non programmato e nel caso di utilizzo di sistemi decisionali o di monitoraggio automatizzati.
Il Decreto ha poi introdotto rilevanti novità e modifiche in tema di: distacco di lavoro all’estero; periodo di prova; possibilità di cumulo di impieghi del lavoratore; diritto alla transizione a forme di lavoro più prevedibili e sicure; Formazione obbligatoria.
Viene altresì introdotto un nuovo sistema di tutela a favore del lavoratore, in caso di violazione della disciplina introdotta nel decreto; è altresì prevista una disciplina specifica in tema di risoluzione del rapporto ritorsivo/ trattamenti sfavorevoli.
Il presente corso si propone di analizzare, con taglio pratico le modifiche introdotte dalla nuova normativa, fornendo indicazioni circa gli adempimenti a carico dei datori di lavoro, le cautele e le best practice a tutela delle aziende rispetto ai rischi giuslavoristici.

Introduzione a cura di Valentina Pepe

I temi trattati

- Introduzione: ambito di applicazione del Decreto trasparenza;
- Il contratto di lavoro: nuovi obblighi informativi;
- Ulteriori obblighi informativi nel caso di turni di lavoro o di lavoro non programmato Ulteriori obblighi informativi nel caso di utilizzo di sistemi decisionali o di monitoraggio automatizzati;  
Forma e tempistiche dell’informativa, apparato sanzionatorio;
Il distacco all’estero (art. 2 del dlgs. 152/1997);
- Periodo di prova. Modifiche alla previgente disciplina;
- Cumulo di impieghi;
- Diritto alla transizione a forme di lavoro più prevedibili e sicure;
- Formazione obbligatoria;
- Strumenti di tutela;
- Disciplina risoluzione del rapporto ritorsivo/ trattamenti sfavorevoli;
- Best Practice

DOCENTE

PEPE VALENTINA

Avvocato abilitato all'esercizio della professione forense presso la Corte d'Appello di Milano, collabora con lo Studio Legale Pepe con sede in Milano dal 2004. Si occupa prevalentemente di diritto del lavoro e sindacale a favore di imprese, gruppi d’imprese e dirigenti. Ha maturato una significativa esperienza con particolare riferimento alla gestione dei rapporti di lavoro, ai licenziamenti individuali e collettivi, alla gestione dei processi di cassa integrazione e ammortizzatori sociali, all’assistenza nell'implementazione di strumenti di flessibilità dei lavoratori, ai processi di riorganizzazione aziendale, alla gestione delle relazioni sindacali, alla negoziazione e redazione dei contratti collettivi aziendali e/o accordi di secondo livello, ai rapporti di agenzia. Ha frequentato la Scuola di Alta Formazione in Diritto del Lavoro, Sindacale e della Previdenza Sociale istituita dall’Associazione Giuslavoristi Italiani (AGI). Autrice di pubblicazioni e articoli di approfondimento in materia di diritto del lavoro per Il Sole 24 Ore è relatrice in convegni e workshop di formazione in campo giuslavoristico.